Trucco semi permanente: di cosa si tratta? - Marika Istituto di Estetica Avanzata
51360
post-template-default,single,single-post,postid-51360,single-format-gallery,cabin-core-1.0.1,woocommerce-no-js,select-theme-ver-3.1.2,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled, vertical_menu_width_290,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.1,vc_responsive
 
Blog

Trucco semi permanente: di cosa si tratta?

Trucco semi permanente: di cosa si tratta?

In genere quando una persona si rivolge al nostro istituto per effettuare il trattamento di trucco semi permanente, delle sopracciglia, lo fa per coprire una cicatrice o per migliorare una forma che negli anni è stata rovinata da epilazioni sbagliate, o semplicemente perché la forma naturale delle sopracciglia non intensifica abbastanza lo sguardo o perché è semplicemente troppo sottile e troppo chiara; insomma le motivazioni possono essere tantissime, sicuramente la motivazione principale è quella di desiderare di migliorare l’aspetto del viso e dello sguardo.

Ogni donna è diversa, ma ogni donna desidera vedere allo specchio uno sguardo intenso e profondo, e noi aiutiamo, qualsiasi donna, appunto ad esaudire questo desiderio. Ogni donna merita delle belle sopracciglia per ottenere un look perfetto! Sopracciglia super ordinate o super naturali ma soprattutto sopracciglia impeccabili!

Il primo incontro è di “conoscenza” cerchiamo di capire cosa desidera la persona che abbiamo di fronte, quali sono le aspettative e tutto ciò che possiamo fare per realizzarle.

Dopo questo fondamentale passaggio si passa a fissare il vero e proprio appuntamento, che si suddivide in due fasi,
ovvero la fase della progettazione delle sopracciglia che viene studiata per ogni viso, in base a vari fattori quali: gli occhi, la fronte, il naso, nel momento in cui siamo entrambe soddisfatte del risultato ottenuto passiamo alla seconda fase, ovvero il trucco semi permanente che è una tecnica estetica molto simile ad un tatuaggio, eseguita tramite l’introduzione di micropigmenti minerali nello strato superficiale dell’epidermide, con uno o più aghi montati su un apposito macchinario.
La metodologia usata è la
TECNICA “PELO A PELO”, appunto perché andremo a disegnare dei peli su tutto il sopracciglio, così da renderle molto naturali e curate, creando un aspetto ordinato e rendendo lo sguardo profondo e inteso.

Il lavoro fondamentale sarà quello di correggere le sopracciglia andando a modificare là dove fosse necessario la forma.
Nell’arco di 10 giorni dal trattamento il colore tenderà a schiarirsi, è un processo del tutto normale, per cui dopo un mese e mezzo circa si procederà con un trattamento di “fissaggio” ossia un ripasso del colore sui peli precedentemente tatuati.

Il trucco semipermanente necessita di piccole e semplici accortezze per mantenere il suo aspetto originario per 12-18 mesi, dopodiché comincerete a notare uno schiarimento dei peli, in quel momento sarà necessario fare un ritocco, generalmente si farà ogni anno.

Il bello del trucco semipermanente è che in fase di ritocco si potrà modificare la forma delle sopracciglia e fare in modo che il lavoro si adatti a tutti i cambiamenti che il viso può avere nell’arco degli anni.
Un aspetto fondamentale per effettuare questo trattamento è la pulizia, per cui useremo aghi sterili e monouso, attrezzatura accuratamente coperta con apposite plastiche protettive, camici monouso, copri scarpe, guanti, mascherine, insomma renderemo l’ambiente più sterile possibile.

In genere quando una persona si rivolge al nostro istituto per effettuare il trattamento di trucco semi permanente, delle sopracciglia, lo fa per coprire una cicatrice o per migliorare una forma che negli anni è stata rovinata da epilazioni sbagliate,

Le tue sopracciglia come sono?

Esistono vari tipi di sopracciglia, non esiste la sopracciglia perfetta, ma esiste la sopracciglia adatta a quel tipo di viso, ci sono delle linee guida che ci aiutano ad individuare in base agli occhi e al naso la forma corretta:
• La sopracciglia deve essere sempre più lunga della lunghezza dell’occhio.
• La distanza che intercorre tra l’occhio e la sopracciglia deve essere pari o superiore all’altezza dell’ occhio.
• L’inizio si determina tracciando una linea immaginaria che parte dall’ala del naso e tocca l’angolo esterno dell’occhio, nel suo prolungamento troveremo la parte finale.
• La parte iniziale dovrà essere sempre più bassa della parte finale.
• Il punto luce (l’angolo della sopracciglia) si determinerà tracciando due linee immaginarie, una che parte dall’ala del naso e attraversa la pupilla, l’altra che parte dall’ala del naso e tocca l’angolo esterno dell’iride; tra le due linee individueremo il punto luce.
Logicamente queste sono delle regole generali che servono a determinare i limiti entro i quali ci dobbiamo muovere.